/2022|LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’ed.-(n. 6 Il Testo)-gita per assistere alla rappresentazione

2022|LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’ed.-(n. 6 Il Testo)-gita per assistere alla rappresentazione

ASPETTANDO LA PASSIONE DI SORDEVOLO – 6
IL TESTO

Proseguiamo nell’avvicinamento alla rappresentazione. Nei precedenti articoli abbiamo scoperto “LA MALATTIA DEL PAESE”,  l’ASSOCIAZIONE TEATRO POPOLARE DI SORDEVOLO e la STORIA DELLA PASSIONE.

VIDEO←←

 

In questo articolo affronteremo la fonte. →scopri la storia completa clicca qui

Giuliano Dati, cappellano della Chiesa dei Santi Martiri in Trastevere, è l’autore del testo scritto in versi alla fine del quattrocento. Già nel 1490 a Roma nel Colosseo veniva rappresentata la Passione con uso di grandi mezzi scenici che coinvolgevano una grande folla di pellegrini, credenti e viaggiatori. Nel 1539 la rappresentazione romana fu’ bloccata quando PAPA PAOLO III  vietò questo genere di rappresentazioni popolari nel periodo nel quale la chiesa venne scossa dalla Riforma e scissione dei movimenti di LUTERO, CALVINO ed altri.

Gli studiosi sono propensi a credere che l’opera di Mons. Dati  sia stata l’unione di altre conservate nell’archivio della confraternita del Gonfalone a Roma. Come il testo sia giunto a Sordevolo è un mistero. Si potrebbe pensare ad uno dei tanti pellegrini di ritorno da Roma in occasione del Giubileo indetto da papa Alessandro VI oppure dalla famiglia Ambrosetti legata a Roma da rapporti commerciali. Un’altra ipotesi è lo scambio culturale tra una delle tante confraternite del territorio intorno a Sordevolo con la Arciconfraternita del Gonfalone di Roma e sicuramente avvenne anche per l’impianto scenico che faceva largo uso di “effetti speciali” e mezzi.

Da indagini effettuate sulle metriche, non è da escludere, un collegamento con i testi antichi che potrebbero risalire ad antichi laudari umbri del 1300 o addirittura romani. L’epoca della quale parliamo è quella della nascita della letteratura italiana.

La passione di Sordevolo è di importanza storico-letteraria in quanto con essa viene tramandata la tradizione letteraria giunta da Roma. Seguendo questa linea di pensiero risulta evidente il legame del paese con Roma e l’emulazione di altre realtà lontane.

Studiosi come Delfino Orsi dichiararono che il testo era basato su una edizione torinese del 1728 la quale, a sua volta, si rifaceva a quella romana e Adalgisa Manza, nel secolo scorso, dimostrò che il testo era somigliante ad altre due Passioni (una romana del 1866 ed una milanese).

Sarà opportuno non andare oltre. Non possiamo concludere senza citare il commento di Chiusano del 1980 che scriveva sul “DRAMMA”:

“Venuti con un certo scetticismo a vedere una manifestazione popolare, conquistati poi infantilmente dalla bellezza e naturalezza dei movimenti di massa, dalla fedeltà e policromia dei costumi, dalla dignità delle scene austere, a questo punto non siamo più spettatori paganti, né studiosi di folclore, né patiti di teatro; siamo creature nude, soli con la nostra miseria, gli occhi rivolti alla viva ripetizione di un evento che ci sembra l’unica risposta accettabile al nostro interrogativo esistenziale.

Un paese intero ha patito una grande esperienza e lo ha fatto con decoro, senza convulsioni orgiastiche, alla maniera schiva dei Biellesi. Si torna a casa coi propri dubbi e la propria tristezza, ma qualcosa è rimasto e il lungo appuntamento con la prossima volta diventa un impegno a verificare con una riprova, questa strana cosa che ci è stata messa dentro.”

Grazie a tutti coloro che ci daranno una mano aiutando i volontari dell’ASSOCIAZIONE TEATRO POPOLARE DI SORDEVOLO trascorrendo una giornata spensierata “ma ricca di notevoli spunti umani, culturali…”

TI INVITIAMO A COMUNICARCI LA TU PARTECIPAZIONE! I POSTI DISPONIBILI SI STANNO ESAURENDO!  NON LASCIARTI SFUGGIRE L’OCCASIONE DI ASSISTERE AD UNA RAPPRESENTAZIONE UNICA IN ITALIA CON UN VALORE STORICO, CULTURALE E RELIGLIOSO

Vi invitiamo a seguire l’iniziativa sul sito web del Circolo CARLO CASTIGLIONI ed inviarci le vostre domande, suggerimenti

→→⌈COMMENTI E PRENOTAZIONI⌋←←

Si ringrazia il Presidente dell’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo per l’autorizzazione all’uso del logo

QUI trovi dei documenti in pdf per approfondire l’evoluzione della rappresentazione sacra e un resoconto di una giornata descritta da Delfino Orsi↓:

→Rappresentazioni sacre: note e curiosita’ storiche

→note sulla scenografia

I precedenti articoli :

→ Prologo

→ Il paese    →L’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo

→ Ciak…azione 

→ Le origini

PROGRAMMA PROVVISORIO: Partenza in mattinata da Garbagnate. Si raggiunge il Santuario di Oropa: visita guidata del Santuario e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si raggiunge Sordevolo, in tempo per assistere alla rappresentazione della Passione in programma alle ore 16.30. Al termine della rappresentazione (durata 3 ore circa) si riprende il pullman per il rientro a Garbagnate. QUOTA A PERSONA EURO.70.- Comprendente: Trasporto con pullman Gran Turismo per tutto l’itinerario; Visita guidata del Santuario di Oropa; Pranzo in ristorante nei pressi del Santuario, bevande incluse; Assicurazione sanitaria e bagaglio Ami Assistance. Escluso biglietto spettacolo: costo in base al posto scelto. Minimo 40 partecipanti.

Organizzazione tecnica: GUGLIE VIAGGI

DOVE: Sordevolo (Biella)
QUANDO: 11 settembre spettacolo delle ore 16.30
COME PRENOTARE O CHIEDERE INFORMAZIONI: se vuoi contattare l’Ufficio Turismo e Cultura   clicca    → (disposizioni COVID19 – avviso per contatti)   o   → direttamente  alla pagina contattataci