/2022|LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’ed.-(n.4 ciak azione)-gita per assistere alla rappresentazione

2022|LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’ed.-(n.4 ciak azione)-gita per assistere alla rappresentazione

ASPETTANDO LA PASSIONE DI SORDEVOLO 2022 – 4

CIAK …..AZIONE
→⌈Il video⌋←

Nei precedenti appuntamenti abbiamo citato più volte la PASSIONE DI SORDEVOLO come espressione di un teatro popolare che risale al 1300. Ora è giunto il momento di addentrarci al suo interno.

Non prima di intraprendere ancora un passo nel passato.

Nei primi anni del medioevo, alla caduta dell’impero romano, si abbandonarono le rappresentazioni delle tragedie e commedie di stile greco-romano. Per nostra fortuna il teatro non morì!

In questo periodo, nelle feste più importanti, le cerimonie religiose erano arricchite dai sacerdoti che durante la liturgia interpretavano i personaggi (→ndr scopri gli approfondimenti nell’articolo dedicato). Da queste forme elentari  la rappresentazione nacque e si evolse come recita che coinvolgeva coloro che non erano in grado di capire il latino mentre la Chiesa vide in essa un mezzo per insegnare la dottrina e per diffondere la fede. Non possiamo nascondere un ‘altra ragione che potrebbe risiedere nella pietas popolare intesa come un sentimento popolare religioso sempre più desideroso di partecipare sia attivamente sia passivamente alle funzioni religiose. Per allestire le rappresentazioni si utilizzarono le chiese, i sagrati o le pubbliche piazze con attori dilettanti che si dedicavano per fede o per passione (sulla loro scia ai nostri giorni ne fanno parte le processioni e le funzioni della settimana santa come la lavanda dei piedi o la Via Crucis).

La Passione di Sordevolo è la più importante espressione in Italia di teatro popolare interpretato e gestito da una compagnia di dilettanti, che con dedizione e serietà ogni cinque anni, ricordano le ultime ore di vita di Cristo.

Siamo a Gerusalemme nell’anno 33.  Nell’anfiteatro Giovanni Paolo II ritroviamo tutti i personaggi e luoghi raccontati nelle sacre scritture: Erode e la reggia, il Sinedrio, Pilato, l’orto degli ulivi, il Cenacolo, Il Monte Calvario.

Il centro della rappresentazione è l’ultima parte della vita di Gesù. Vi è un prologo e venticinque scene partendo dall’ultima cena, al tradimento di Giuda, al giudizio di Erode e Ponzio Pilato, la Via Crucis, la crocefissione e la morte. 

Nella scenografia compaiono una moltitudine di attori, mimi, dei cavalli, un asinello, una biga romana ed un diavoletto vestito di rosso e dal 1970 si è pensato di aiutare lo scorrere del racconto con una colonna sonora. L’idea fu del regista Pier Felice Fontana “Mi resi conto della mancanza di qualcosa che desse lievito all’azione scenica, ne ritmasse i tempi…”

Grazie a tutti coloro che ci daranno una mano aiutando i volontari dell’ASSOCIAZIONE TEATRO POPOLARE DI SORDEVOLO trascorrendo una giornata spensierata “ma ricca di notevoli spunti umani, culturali…”

Vi invitiamo a seguire l’iniziativa sul sito web del Circolo CARLO CASTIGLIONI ed inviarci le vostre domande, suggerimenti 

→→⌈COMMENTI E PRENOTAZIONI⌋←←

Si ringrazia il Presidente dell’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo per l’autorizzazione all’uso del logo

QUI trovi dei documenti in pdf per approfondire l’evoluzione della rappresentazione sacra e un resoconto di una giornata descritta da Delfino Orsi↓:

→Rappresentazioni sacre: note e curiosita’ storiche

→note sulla scenografia

I precedenti articoli :

→ Prologo

→ Il paese    →L’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo

DOVE: Sordevolo (Biella) 

PROGRAMMA PROVVISORIO: Partenza in mattinata da Garbagnate. Si raggiunge il Santuario di Oropa: visita guidata del Santuario e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si raggiunge Sordevolo, in tempo per assistere alla rappresentazione della Passione in programma alle ore 16.30. Al termine della rappresentazione (durata 3 ore circa) si riprende il pullman per il rientro a Garbagnate. QUOTA A PERSONA EURO.70.- Comprendente: Trasporto con pullman Gran Turismo per tutto l’itinerario; Visita guidata del Santuario di Oropa; Pranzo in ristorante nei pressi del Santuario, bevande incluse; Assicurazione sanitaria e bagaglio Ami Assistance. Escluso biglietto spettacolo: costo in base al posto scelto. Minimo 40 partecipanti. 

COME PRENOTARE O CHIEDERE INFORMAZIONI: se vuoi contattare l’Ufficio Turismo e Cultura   clicca    → (disposizioni COVID19 – avviso per contatti)   o   → direttamente  alla pagina contattataci