/2022| LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’edizione – (n.2 il paese) Gita per assistere alla rappresentazione storica

2022| LA PASSIONE DI SORDEVOLO 201’edizione – (n.2 il paese) Gita per assistere alla rappresentazione storica

ASPETTANDO LA PASSIONE DI SORDEVOLO 2022 – 2

IL PAESE

 

Sordevolo è un paesino della valle Elvo, un paese disteso su terrazze degradanti e con legami profondi. Nel paesino da secoli circola una “malattia” che coinvolge piccini ed adulti: recitare la Passione di Cristo.

Ognuno da generazioni diventa protagonista in questo paesaggio delle Alpi Biellesi di quella storia raccontataci dalle Sacre Scritture.

Sordevolo è situato nelle prime colline a nord di Biella a 630 metri di altezza. Il suo nome deriva dal torrente che lo lambisce o più semplicemente dal termine latino “surdibulum” che significa un luogo con una sorgente. A Sordevolo si va per un motivo non si passa per caso. Il commercio ed il lavoro sono stati le fondamenta della sua economia. Nei secoli si sono succeduti l’agricoltura, l’allevamento del bestiame e la lavorazione dei tessuti che iniziò nel settecento.

Sordevolo diventa luogo di ritrovo culturale nei primi anni del secolo scorso. Nel periodo fascista la villa Cernigliaro, di proprietà di una famiglia sordevolese, diventa un punto di riferimento per intellettuali e politici dissidenti quali Einaudi, Pirandello, Benedetto Croce, Cesare Pavese ed altri importanti esponenti della cultura italiana. Vi ha trascorso periodi di vacanza il drammaturgo Giuseppe Giacosa, che ebbe ospite Giosuè Carducci, e fino a poco prima della seconda guerra mondiale vi ha abitato l’intellettuale Franco Antonicelli, guida per illustri pensatori piemontesi e amico del filosofo Benedetto Croce che abitava nella vicina Pollone, sede del Parco della Burcina.

Una zona ricca di percorsi devozionali il biellese. Sordevolo è nelle vicinanze del Santuario di Oropa che domina la provincia e, non a caso, i santuari biellesi fanno parte del circuito tutelato dall’ONU. Qui sono stati riscoperti i vecchi percorsi dei pellegrini che collegavano il biellese alla Via Francigena noti come “I CAMMINI DELL’UOMO”.

Recarsi a Sordevolo per assistere alla Passione ci porterà alla scoperta di un territorio ricco di parchi naturali e riserve, di possibilità di praticare dello sport all’aria aperta e gustare i piatti della tradizione piemontese.

Sordevolo era ed è un luogo di sacre rappresentazioni. Rimane ai nostri tempi LA PASSIONE ma prima del 1850 IL GIUDIZIO UNIVERSALE e il dramma di S. Agostino erano parte delle recite popolari che si rappresentavano nelle sue piazze e cortili.

Non resta che anticiparvi che, anche per questa edizione, la comunità sordevolese ha dedicato circa 80.000 ore del proprio tempo alla PASSIONE. La Passione richiede sforzi per le prove, creare costumi e scenografie. Ne parleremo più avanti. Sono consci che la loro missione non è cambiata: ogni cinque anni far rivivere nei gesti, nei canti e nella parola l’evento che cambiò l’umanità.

Grazie a tutti coloro che ci daranno una mano aiutando i volontari dell’ASSOCIAZIONE TEATRO POPOLARE DI SORDEVOLO trascorrendo una giornata spensierata “ma ricca di notevoli spunti umani, culturali…”

Vi invitiamo a seguire l’iniziativa sul sito web del Circolo CARLO CASTIGLIONI ed inviarci le vostre domande, suggerimenti o prenotazioni:

→→⌈commenta⌋←←

Si ringrazia il Presidente dell’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo per l’autorizzazione all’uso del logo

Per approfondire clicca:

→Rappresentazioni sacre: note e curiosita’ storiche

→per visualizzare l’articolo in pdf

I precedenti articoli :

→ Prologo

DOVE: Sordevolo (Biella)
QUANDO: da definire
COME PRENOTARE O CHIEDERE INFORMAZIONI: se vuoi contattare l’Ufficio Turismo e Cultura   clicca    → (disposizioni COVID19 – avviso per contatti)   o   → direttamente  alla pagina contattataci